Interventi in Senato

La NADEF disegna l'Italia del futuro

La NADEF certifica la compatibilità tra i saldi di finanza pubblica ed il quadro macro economico.
Impatta nella seconda ondata Pandemica, non meno insidiosa, e nel nuovo volto dell’Europa.
Il nuovo Europeismo, il più importante risultato del governo e del Parlamento, segna una nuova strategia europea: credibilità al posto dell’inaffidibilità per continuare a finanziarci sui mercati, 100 miliardi di indebitamento netto per uscire dalla crisi e sostenere il sistema sanitario, il lavoro, le imprese, le famiglie e gli enti locali. Ora 209 miliardi per il piano nazionale per la ripresa e la resilienza….nel 13 compleanno del PD la responsabilita’ quando in gioco c’è l’italia ed un progetto per promuovere nuovo sviluppo economico per abitare il futuro sono le nostre migliori radici.

NOTE STAMPA:

DIR0944 3 POL 0 RR1 N/POL / DIR /TXT NADEF. MANCA (PD): DISEGNA ITALIA DEL FUTURO, OPPOSIZIONE SIA COSTRUTTIVA (DIRE) Roma, 14 ott. – “Questa Nadef ha elementi di novita’ importanti. Per la prima volta non ci sono clausole di salvaguardia, cosa che permette di liberare risorse per la crescita e impatta in una situazione resa drammatica dalla pandemia. Ecco perche’ sarebbe importante che non ci fossero, da parte dell’opposizione, contrapposizioni ideologiche. Di fronte alla crisi che stiamo vivendo dovremmo tutti insieme alzare lo sguardo per cercare di individuare soluzioni condivise per aiutare il Paese a rialzarsi. Nella Nadef ci sono misure e risorse per garantire il diritto alla salute e allo studio che sono le priorita’ dell’oggi e del domani. E nella Nadef ci sono impegni che disegnano il ruolo dell’Italia in una Europa diversa da come l’avevamo conosciuta fino a pochi mesi fa. E gli impegni che il governo prende con queste misure impegnano l’Europa ad una solidarieta’ che ai tempi del Patto di stabilita’ era sconosciuta. Con queste misure e risorse disegnamo un’Italia che sara’ diversa. Abbiamo l’occasione di riformare nel profondo la nostra pubblica amministrazione, il nostro fisco, la nostra sanita’ pubblica, il nostro welfare. Per questo sarebbe importante che l’opposizione avesse un atteggiamento costruttivo. Non sono in gioco le sorti del governo ma quelle dell’Italia e dovremmo insieme indicare la direzione. Per questo serve una assunzione di responsabilita’ collettiva: stiamo ragionando del futuro del Paese e dei nostri giovani”. Cosi’ il senatore Daniele Manca, capogruppo Pd in commissione Bilancio a Palazzo Madama nel suo intervento durante il dibattito sulla Nadef. (Vid/ Dire) 12:59


9010E1314 (ECO) Nadef: Manca (Pd), disegna l’Italia del futuro, l’opposizione sia costruttiva (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 14 ott – “Questa Nadef ha elementi di novita’ importanti. Per la prima volta non ci sono clausole di salvaguardia, cosa che permette di liberare risorse per la crescita e impatta in una situazione resa drammatica dalla pandemia. Ecco perche’ sarebbe importante che non ci fossero, da parte dell’opposizione, contrapposizioni ideologiche”. Cosi’ Daniele Manca, capogruppo Pd in commissione Bilancio del Senato nel suo intervento durante il dibattito sulla Nadef. “Di fronte alla crisi che stiamo vivendo dovremmo tutti insieme alzare lo sguardo per cercare di individuare soluzioni condivise per aiutare il Paese a rialzarsi. Nella Nadef ci sono misure e risorse per garantire il diritto alla salute e allo studio che sono le priorita’ dell’oggi e del domani. E nella Nadef ci sono impegni che disegnano il ruolo dell’Italia in una Europa diversa da come l’avevamo conosciuta fino a pochi mesi fa. E gli impegni che il Governo prende con queste misure impegnano l’Europa ad una solidarieta’ che ai tempi del Patto di stabilita’ era sconosciuta. Con queste misure e risorse disegnamo un’Italia che sara’ diversa. Abbiamo l’occasione di riformare nel profondo la nostra pubblica amministrazione, il nostro fisco, la nostra sanita’ pubblica, il nostro welfare. Per questo sarebbe importante che l’opposizione avesse un atteggiamento costruttivo. Non sono in gioco le sorti del governo ma quelle dell’Italia e dovremmo insieme indicare la direzione. Per questo serve una assunzione di responsabilita’ collettiva: stiamo ragionando del futuro del Paese e dei nostri giovani”. com-nep (RADIOCOR) 14-10-20 12:42:32 (0302) 5 NNNN